Maria Catalano: “Mi candido e credo nel programma di Cammilleri”

Una sportiva a tutto tondo! Maria Catalano entra a far parte del mondo del volley a soli 12 anni. Un amore cosi forte che la spinge a non separarsene più, a non poterne fare più a meno. Nata a Mazara del Vallo, inizia a praticare la pallavolo tra le giovanili della Vigor, poi si trasferisce a Cefalù, dove metterà le sue radici, creando la sua famiglia. In terra normanna continua a calcare i campi del volley da atleta prima disputando numerosi campionati regionali ed allenando i settori giovanili. Maria poi decide di passare alla dirigenza ed oggi è il Presidente della Kepha 2.0. La società da Lei presieduta è molto attiva nel comprensorio madonita, principalmente per quanto concerne la collaborazione con le scuole, occupandosi anche di giovani e giovanissimi in condizioni sociali disagiate.
Moglie e madre di due ragazzi anch’essi sportivissimi, adesso Maria decide di fare il grande salto e di candidarsi come Consigliere Territoriale per il CT di Palermo:
“Mi sento pronto a mettere al servizio della pallavolo palermitana la mia esperienza e sostengo la candidatura di Eduardo Cammilleri perché credo nel suo progetto, nelle sue capacità e competenze e sono convinta che insieme a tutta la squadra si possa davvero fare moltissimo per la nostra amata pallavolo continuando su quanto di buono fatto in questi anni dal Presidente uscente Roberto Mormino. Credo nello sport come mezzo di divulgazione di valori come la condivisione, l’inclusione, la parità, il rispetto, la lealtà, sia dentro che fuori dai campi di gioco, facendo del volley, in questo caso, uno stile di vita”.

Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Carrello