Ivan Tamburello e la cavalcata trionfale fino all’A2

Stagione da incorniciare per il tecnico palermitano promosso in A2 con l’Emilbronzo 2000 Montale.
Una frazione di un piccolo paesino che dista 15 km da Modena realizza un sogno. 4000 anime circa e la passione per la squadra di pallavolo, presente sul territorio da oltre 30 anni.

Da 7 in B1, una sola volta prima di adesso la società del presidente Gianfranco Barberini era riuscita ad accedere ai play off ma era subito stata eliminata. Quest’anno invece, la compagine emiliana è riuscita a centrare l’obiettivo, alla guida della squadra Ivan Tamburello, palermitano trasferitosi a Modena per lavoro e per il volley: “E’ stata una stagione incredibile – ha dichiarato il tecnico – 21 vittorie su 26 gare nella regular season e poi 6 vittorie su 6 durante i play off. Siamo partiti sapendo che eravamo una buona squadra e che saremmo potuti arrivare in alto, man mano abbiamo preso consapevolezza dei nostri mezzi ed abbiamo iniziato a credere che questa promozione non era poi così un sogno. Vincere i play off è stata un’emozione incredibile”. Con il mister di Palermo parliamo di futuro: “Ho già parlato con il presidente, sono stato confermato per la prossima stagione e disputeremo il campionato di A2, siamo di fatto già al lavoro. Sia il Sindaco che l’Assessore allo Sport stanno cercando una soluzione per un impianto omologato per la disputa del campionato di Lega, siamo fiduciosi e speriamo di non doverci spostare, di rimanere vicino al nostro pubblico che tanto ci ha sostenuto in questa stagione”. Con Tamburello parliamo anche di Palermo: “A Palermo da troppo tempo manca la pallavolo di vertice. Non riesco a credere che nella mia città non ci siano più realtà in grado di fare volley come una volta. E’ vero che la crisi è forte ed è difficile trovare sponsor ed imprenditori disposti ad investire, però se le società riuscissero a lavorare sul settore giovanile risparmierebbero di pagare atlete per comporre le rose. Noi ad esempio, eccezion fatta per Tai Aguero, abbiamo solo ragazze del posto, che non percepiscono uno stipendio, che studiano o lavorano e che provengono dal settore giovanile dell’Emilbronzo. Seguo sempre la situazione pallavolistica di Palermo ed ho saputo che adesso alcune società danno la giusta importanza al settore giovanile ed i risultati si cominciano a vedere”. Il mister conclude con dei ringraziamenti speciali: “Ringrazio il Presidente Mormino per questo spazio concessomi e soprattutto perché, nonostante la distanza è sempre presente e continua a farmi sentire parte della famiglia della pallavolo Palermitana”.

 

Foto: parlanodisport.it

Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Carrello